Un campanello da aggiustare

A Camino ora c’è un campanello da aggiustare. E’ quello della canonica, il quale reca ancora il nome del suo ultimo inquilino: don Vittore De Rosso.

La casa canonica infatti presto sarà di nuovo abitata dal nuovo parroco don Alberto Dalla Cort. A dare l’annuncio è stato lui stesso, martedì 11 settembre durante la sua prima riunione a Fratta con i consigli pastorali delle sue due prossime comunità e il parroco uscente don Pierino. Don Alberto ha dichiarato di aver scelto la canonica di Camino anziché quella di Fratta a seguito di varie considerazioni, in particolare per una questione di alternanza, visto che il suo predecessore dimora a Fratta.

L’abitazione del parroco fu dichiarata inagibile a settembre 1987 all’arrivo del nuovo parroco don Vittore. Fu quindi demolita e ricostruita interamente (dell’edificio precedente c’è solo il basamento del terrazzino e poco altro) ricalcando in parte la pianta originale dell’edificio. Fu inaugurata con alcuni mesi di ritardo il 30 giugno 1990: nel frattempo il parroco don Vittore aveva dimorato presso la canonica di San Vincenzo di Oderzo, ed in seguito in una casa sfitta in via Comunale, nei pressi della scuola materna.

Quando il vicario festivo don Pierino, che già dimorava a Fratta da quattro anni, ebbe l’investitura a parroco di Camino (19 giugno 2005), don Vittore preferì ritirarsi in casa di riposo a Conegliano. Da allora la canonica è disabitata, ma allo stesso tempo “tenuta in vita” da catechismo, Patronato, Grest e da varie attività sporadiche organizzate dai parrocchiani.

Don Alberto si trasferirà nella sua nuova abitazione lunedì 8 ottobre.

2 commenti:

  1. Che gioia ritrovarvi! Tanti auguri a don Alberto affinché la sua missione non sia troppo difficile e possa mantenere sempre l'entusiasmo della gioventù! Che Dio lo aiuti.

    • Una vecchia conoscenza di questo sito… E’ un piacere risentirla. I suoi commenti sono sempre ben accetti, e se vuole può trovarci anche su Facebook. Un caro saluto!

Facci sapere la tua opinione!